YOU’RE THE MOVIE

THIS IS THE MUSIC

“Ecco, la mia musica, strumentale è una colonna sonora che vuole accompagnare le scene della vita, i momenti che, come immagini, scorrono sullo schermo interiore delle persone che sentono, che amano, che reagiscono, che sognano, che vivono.

Tu sei il film. Questa è la musica.”

L’album You are the movie, this is the music, in uscita il 20 luglio su tutte le piattaforme digitali, scritto e prodotto da Joe Schievano per la Soundrivemotion, costituisce il sesto lavoro discografico dell’artista, sound designer e compositore musicale per film e televisione.

Dopo il successo di Epìtome (2021) Schievano torna a produrre musica per film con un album dalla distinta fluidità armonica, in cui si sovrappongono sonorità diverse, ma efficacemente coesistenti. L’album consta di 10 brani attraversati dalla stessa complessità sonora, in cui emerge l’abilità dell’artista di far collimare sapientemente suoni, musica e voci.

Nell’album si vede rinnovata la fruttuosa collaborazione – già avviata da Schievano con la fondazione dell’associazione culturale Tàdan (2020) e con l’EP Epìtome (2021) – con la cantautrice e attrice Maria Roveran.

“Ognuno di noi è il suo film.
Tu sei il film.
Sei il sublime regista della tua vita e forse in parte anche l’autore del soggetto e lo sceneggiatore.

La musica del film non solo è   indispensabile ma spesso involontaria. Chi non ha canzoni che sono state la colonna sonora di eventi importanti o di interi periodi?

In You are the movie, this is the music la Roveran è “sirena ideale” del brano Oceanic suite, cui offre un prezioso e avvolgente contributo vocale.

Questo utilizzo della voce come uno dei suoni della realtà, è tangibile in tutto l’album, nella scelta di un realistico sound design: il suono del mondo (ambienti, voci, rumore di oggetti) che si integra e diventa spontaneamente musica nella musica, permettendo all’autore di rivelare l’interazione perfetta tra musica, suono e voce.

Schievano indaga da sempre il connubio tra immagine e musica, attingendo anche a sonorità classiche e complesse e in You are the movie, this is the music l’eco di Bach è chiara nelle  temporanee sfocature  del piano di Kanako Shirakawa, compositrice, organista e pianista giapponese originaria di Kobe, il cui pattern evocativo accompagna Where the wind dies, seconda traccia dell’album di Schievano, in “un luogo immaginario, come quello in cui va a placarsi il vento” (J. Schievano).

Tra gli altri interventi nella strutturazione del lavoro, si menzionano il violoncello di Laura Balbinot, il mixaggio di Alberto Gaffuri (My face on the mirror) e Raffaele Rossi e Francesco Donadel Campbell di R-MasterLab, preziose tessere che contribuiscono a creare il variegato mosaico di Schievano, che evoca, focalizza, sottolinea, contestualizza, avvolge.